Alicante 2019

Prezzo scontato Prezzo €24,50 Prezzo di listino Prezzo unitario  per 

Imposte incluse. Spedizione calcolata al momento del pagamento.

Descrizione

Fare viticoltura biodinamica significa anche andare alla scoperta delle tradizioni, abbandonate per lasciare spazio a un’agricoltura sradicata dai luoghi. L’Alicante Nero rappresenta questo nostro modo di essere viticoltori.

Una varietà autoctona dell’Alta Maremma, ma che era stata espiantata per fare spazio ad altre varietà con colori più carichi e corpi più imponenti.

Noi lo abbiamo riportato nella sua terra nel 2003, quando iniziammo a piantare a testa bassa vigne di Alicante, credendo fortemente che questo potesse essere il vitigno più vero e autentico per esprimere la Maremma mediterranea.

Abbiamo visto giusto, oggi è una delle nostre gemme più preziose.

Nelle vigne de “La Pieve” ha trovato il suo habitat ideale: i terreni argillosi impastati con ciottoli e puddinghe conferiscono delicatezza, leggerezza e un carattere armonico.

 

Scheda Tecnica

Un vino che stupisce e che fa divertire per la sua doppia anima. Dietro al carattere gioioso e fresco, si nasconde però un’eleganza e una finezza unica. Ammalia con note di fragola e fiori, per infine acchiappare con note di terra, grafite e spezie.

  • Denominazione: IGT Toscana Alicante Nero
  • Vitigno: Alicante nero
  • Sistema di allevamento: cordone speronato
  • Gradazione alcolica: 12,5% vol
  • Altitudine: 250 m/slm
  • Epoca di raccolta: fine agosto
  • Resa/ha: 45 hl
  • Affinamento: 10 mesi in vasche di cemento
  • Note di vinificazione: 20 % grappolo intero
  • Prima annata: 2013
  • Bottiglie prodotte: 7.000

 

DIARIO DI VENDEMMIA

"La vendemmia 2019 è iniziata il 27 agosto con la raccolta delle diverse parcelle di Alicante dei nostri vigneti alla Pieve e si è conclusa il 6 ottobre con il Cabernet Franc. E’ stata una vendemmia soddisfacente per quantità e qualità, ma non di facile lettura.

Un maggio particolarmente piovoso e freddo (per alcuni giorni abbiamo avuto minime di 4°C) ha impattato in modo importante sul periodo di fioritura, causando una disomogeneità di allegagione e una conseguente differenza di maturità degli acini alla raccolta. Per questo motivo il momento della raccolta ha richiesto maggiore attenzione e presenza in vigna. Assaggi continui dell’uva e l’uso del preparato biodinamico 501 hanno comunque permesso di portare uve in cantina con un buon grado di maturazione.

L’estate ha visto il giusto equilibrio tra sole e qualche temporale, lasciando le piante in condizioni di salute ed equilibrio. Agosto è stato invece meno soleggiato del solito, ma un settembre di luce ha consentito un periodo finale di maturazione ideale.

I vini che nascono da questa annata sono delicati, piacevoli, immediati, con una parte tannica snella e un’acidità rinfrescante." Marco Tait