Kepos 2019 - Magnum

Prezzo scontato Prezzo €38,00 Prezzo di listino Prezzo unitario  per 

Imposte incluse. Spedizione calcolata al momento del pagamento.

Bottiglia Magnum da 1.5L

Descrizione

Kepos [greco] è il “giardino” di Ampeleia.

Le sue vigne a “Sassoforte” sembrano un vero e proprio giardino, rigoglioso e selvaggio, circondato da enormi piante di sughere, ulivi e mirti.

Le tre varietà nascono da tre vigne separate che però vengono vendemmiate lo stesso giorno per poi essere fermentate insieme. I livelli di maturazione diversi delle uve grazie alla co-fermentazione vanno a compensarsi regalando armonia ed equilibrio al vino sorprendenti.

Il Kepos esprime in modo sincero la parte più solare della nostra Maremma.

Scheda Tecnica

Kepos è il vino che conquista al primo sbuffo di profumi.

Le spezie e le erbe mediterranee saltano fuori dal bicchiere accompagnando le note più balsamiche e delicate. Da bere in “giardino” in una serata di primavera ma anche perfetto per una cena importante o in compagnia di  amici con palati diversi.

  • Denominazione: IGT Toscana Rosso
  • Vitigni: Alicante nero, Mourvèdre, Carignano
  • Sistema di allevamento: cordone speronato, guyot
  • Gradazione alcolica: 12,5% vol
  • Altitudine: dai 250 ai 350 m/slm
  • Epoca di raccolta: 1° - 2° settimana di settembre
  • Resa/ha: 55 hl
  • Affinamento: 10 mesi in vasche di cemento
  • Note di vinificazione: macerazione di 15 giorni sulle bucce
  • Prima annata: 2006
  • Bottiglie prodotte: 17.000

 

DIARIO DI VENDEMMIA

"La vendemmia 2019 è iniziata il 27 agosto con la raccolta delle diverse parcelle di Alicante dei nostri vigneti alla Pieve e si è conclusa il 6 ottobre con il Cabernet Franc. E’ stata una vendemmia soddisfacente per quantità e qualità, ma non di facile lettura.

Un maggio particolarmente piovoso e freddo (per alcuni giorni abbiamo avuto minime di 4°C) ha impattato in modo importante sul periodo di fioritura, causando una disomogeneità di allegagione e una conseguente differenza di maturità degli acini alla raccolta. Per questo motivo il momento della raccolta ha richiesto maggiore attenzione e presenza in vigna. Assaggi continui dell’uva e l’uso del preparato biodinamico 501 hanno comunque permesso di portare uve in cantina con un buon grado di maturazione.

L’estate ha visto il giusto equilibrio tra sole e qualche temporale, lasciando le piante in condizioni di salute ed equilibrio. Agosto è stato invece meno soleggiato del solito, ma un settembre di luce ha consentito un periodo finale di maturazione ideale.

I vini che nascono da questa annata sono delicati, piacevoli, immediati, con una parte tannica snella e un’acidità rinfrescante." Marco Tait